Nome BIRK ANDREA META
   
  . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  
Telefono  
Email andreameta.birk@uniecampus.it  
     
Insegnamenti
  • ANTROPOLOGIA INTERCULTURALE DELLE MIGRAZIONI - LINGUE E LETTERATURE MODERNE E TRAD. INTERCULTURALE - CURR. TRADUZIONE E PROCESSI INTERLINGUISTICI - 6 cfu
  • DIDATTICA DI CONVERSAZIONE IN LINGUA TEDESCA AVANZATO - CORSO PAS - CLASSE DI CONCORSO C034 - CONVERSAZIONE IN LINGUA STRANIERA (TEDESCO) - 9 cfu
  • DIDATTICA DI CONVERSAZIONE IN LINGUA TEDESCA BASE - CORSO PAS - CLASSE DI CONCORSO C034 - CONVERSAZIONE IN LINGUA STRANIERA (TEDESCO) - 9 cfu
  • LABORATORIO DI INTERCULTURALITA' - LETTERATURA, LINGUA E CULTURA ITALIANA - CURR. PROMOZIONE CULTURALE - 2 cfu
  • LABORATORIO DI INTERCULTURALITA' - LINGUE E CULTURE EUROPEE E DEL RESTO DEL MONDO - 2 cfu
  • LABORATORIO DI INTERCULTURALITA' - LINGUE E LETTERATURE MODERNE E TRAD. INTERCULTURALE - CURR. LINGUE E LETTERATURE EUROPEE - 2 cfu
  • LABORATORIO DI INTERCULTURALITA' - LINGUE E LETTERATURE MODERNE E TRAD. INTERCULTURALE - CURR. TRADUZIONE E PROCESSI INTERLINGUISTICI - 2 cfu
  • LABORATORIO DI INTERCULTURALITA' - LINGUE E LETTERATURE MODERNE E TRADUZIONE INTERCULTURALE - 2 cfu
  • LABORATORIO DI INTERCULTURALITA' - LINGUE E LETTERATURE STRANIERE - 2 cfu
  • LINGUA E TRADUZIONE TEDESCA - LETTERATURA, LINGUA E CULTURA ITALIANA - CURR. PROMOZIONE CULTURALE - 6 cfu
  • LINGUA E TRADUZIONE TEDESCA 2 - AREA LINGUISTICA - PER L'INSEGNAMENTO NEGLI ISTITUTI SECONDARI DI I E II GRADO - 12 cfu
  • LINGUA E TRADUZIONE TEDESCA 2 - LINGUE E CULTURE EUROPEE E DEL RESTO DEL MONDO - 12 cfu
  • LINGUA E TRADUZIONE TEDESCA 2 - LINGUE E LETTERATURE STRANIERE - 12 cfu
  • LINGUA E TRADUZIONE TEDESCA 3 - AREA LINGUISTICA - PER L'INSEGNAMENTO NEGLI ISTITUTI SECONDARI DI I E II GRADO - 6 cfu
  • LINGUA E TRADUZIONE TEDESCA 3 - LINGUE E CULTURE EUROPEE E DEL RESTO DEL MONDO - 6 cfu
  • LINGUA E TRADUZIONE TEDESCA 3 - LINGUE E LETTERATURE STRANIERE - 6 cfu
  • LINGUA E TRADUZIONE TEDESCA 5 - LINGUE E LETTERATURE MODERNE E TRAD. INTERCULTURALE - CURR. LINGUE E LETTERATURE EUROPEE - 6 cfu
  • LINGUA E TRADUZIONE TEDESCA D - LETTERATURA, LINGUA E CULTURA ITALIANA - CURR. PROMOZIONE CULTURALE - 6 cfu
  • LINGUA TEDESCA 5 - LINGUE E LETTERATURE MODERNE E TRAD. INTERCULTURALE - CURR. TRADUZIONE E PROCESSI INTERLINGUISTICI - 6 cfu
 
     
Curriculum Visualizza curriculum vitae  

Pubblicazioni

Pubblicazioni (ultimi 10 anni):

Volumi:
1. (Con Claudia Buffagni), Imparare il tedesco sui giornali (capitoli in questo manuale: La grammatica testuale – strumenti per l’analisi; La culturalità dei testi – annotazioni ai margini di un nuovo concetto; Esercizi per il livello A2 e B1; Introduzione didattica nella guida per l’insegnante), Firenze: Editore Pacini 2008.

2.  Vom Verschwinden des Subjekts. Eine historisch-systematische Untersuchung zum Solipsismusproblematik bei Wittgenstein
, Paderborn 2006, pp. 232.

Curatele:
3.    (Con Claudia Buffagni), Linguistik und Sprachdidaktik im universitären DaF-Unterricht, Münster 2013, pp. 232.(Testi in questo Volume: (con Claudia Buffagni) Einleitung; Einblicke in die andere Gesellschaft. Interkulturelles Lernen bei der Lektüre von journalistischen Texten)

4.    Komm ein bisschen mit nach Italien
, Bologna 2006, pp.  207. (Testi in questo volume: Einleitung; Italien, weder Heimat noch Fremde. Ein Interview mit Joseph Zoderer; Literatur zwischen den Kulturen. Bemerkungen zum Umgang mit dem literarischen Topos „Italien“ im interkulturell ausgericheten DaF-Unterricht)

Articoli e saggi su riviste
:

5. (Con  Christoph Ehlers, Michael Laub, Christiane Lebsanft, Birgit Schneider, Bernd Speidel), Bewegungen nach Norden. Südeuropäer auf dem deutschen Arbeitsmarkt. Ein Pressespiegel, in: daf-Werkstatt. Halbjahreszeitschrift des Zentrums für die Didaktik der deutschen Sprache an der Universität Siena-Arezzo, 17-18/2012, pp. 20-32.

6. Einblicke in die andere Gesellschaft. Interkulturelles Lernen bei der Lektüre von journalistischen Texten, in: C. Buffagni, A. Birk, Linguistik und Sprachdidaktik im universitären DaF-Unterricht, Münster 2013, pp. 211-232.

7. (Con Claudia Buffagni), Einleitung, in: C. Buffagni, A. Birk, Linguistik und Sprachdidaktik im universitären DaF-Unterricht, Münster 2013, pp. 2-5.

8. Zur Kulturalität von konversationalen Implikaturen. Das Gricesche Modell im Lichte interkultureller Theorieansätze, in: I. Bartoszewicz, J. Szszek, A. Tworek (ed.s), Germanistische Linguistik im interdisziplinären Gefüge I, Wroclaw/Dresden 2011, pp. 39-53.

9. Die Kulturalität von journalistischen Texten. Die deutsche und italienische Presselandschaft im Vergleich, in: BAIG (Bollettino dell’Associazione Italiana di Germanistica) (


Note biografiche

Istruzione e titoli di studio

 A.A. 77/78 – A.A. 83/84:  Studio di Germanistica e Filosofia presso l’Università di Costanza

Maggio 1984: Laurea in Filosofia e Germanistica (Magisterprüfung Philosophie und Germanistik) con conseguimento del titolo Magister artium (M.A.) presso l’Università di Costanza

1998 – 2004: Dottorato di ricerca in Filosofia del Linguaggio presso l’Università di Costanza (Germania)

 2004: Stesura della tesi di dottorato in Filosofia del Linguaggio sul tema Vom Verschwinden des Subjekts. Eine historisch-systematische Untersuchung zur Solipsismusproblematik bei Wittgenstein (Dallo scomparire del soggetto. Una ricerca storico-sistematica sul problema del solipsismo in Wittgenstein)

 

Attività didattica e incarichi professionali

   
Orari di ricevimento
Giorno della settimanaSede / InsegnamentiOrario InizioOrario FineNote
Sabato 10:0011:00Ricevimento OnLine


Documenti del docente



FAQ


Q:

Lingua e Traduzione Tedesco 3

Nella bibliografia  si trovano due libri di testo:

Perlmann-Palme M./ Schwalb S. (2013), EM-Hauptkurs, Niveaustufe B2, Ismaning: Hueber-Verlag

Buscha A./Raven S./ Linthout G. (2013), Erkundungen B2, Leipzig: Schubert Verlag

Quale devo comprare?

 

A:

Nessuno dei due. I libri NON si devono acquistare, il materiale necessario è stato inserito nel corso.

Q: Lingua e Traduzione 3

Nella bibliografia si trovano dei libri riguardanti la linguistica di un testo e l’interculturalità? Li devo leggere e studiare?
A:

No, questi libri NON si devono acquistare, il materiale necessario è stato inserito nel corso. La bibliografia serve a chi vuole approfondire l’argomento.

Q: Lingua e Traduzione 3

Quale libro di grammatica è consigliabile utilizzare?

A:

Nella bibliografia vengono nominate alcune grammatiche in lingua tedesca.

Per chi vuole approfondire gli argomenti grammaticali in maniera contrastiva (italiano – tedesco) viene consigliata la grammatica Dies und Das, Casa editrice Cideb tenuta in lingua italiana. 

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 3

Dopo aver superato l’esame B2/C1 posso fare la certificazione del Goethe-Institut?
A:

Lo studente che ha frequentato il corso di Lingua e Traduzione tedesca 3 deve aver raggiunto il livello B2/C1. Per fare la certificazione del Goethe-Institut conviene comunque informarsi bene sulle modalità utilizzate per quel tipo di esami. 

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 3

Quali sono le tematiche tratti nei seminari?
A:

Durante i seminari vengono letti ed elaborati dei testi su argomenti inerenti alla cultura tedesca (tematiche di attualità politica e economica, nuovi sviluppi della società etc.).

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 3

In che cosa consiste l’esame?
A:

L’esame consiste in una prova scritta e una orale. La prova scritta dura 1 ora, la prova orale circa 15 minuti.

Q: Lingua e Traduzione 3

In che cosa consiste la prova scritta?
A:

La prova scritta consiste in 10 domande aperte di linguistica, in una prova grammaticale e nella produzione di un breve testo. Per ogni parte della prova si ottengono al massimo 10 punti. (A richiesta viene spedita via mail una prova di esame.)

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 3

Qual è il punteggio minimo per superare la prova scritta?

A:

Il punteggio minimo sono 18 punti.

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 3

In che cosa consiste la prova orale?
A:

La prova orale verte su una dispensa elaborata dallo studente su uno dei nuclei tematici trattati durante il corso. La dispensa deve contenere tre articoli da riviste, giornali etc., tre grafici e tre foto inerenti all’argomento scelto. In sede di colloquio, lo studente dovrà presentare la dispensa ed esporre la propria opinione a riguardo.  Non è necessario spedire la dispensa alla docente prima dell’esame orale.

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 3

Bisogna superare la prova scritta per poter accedere alla prova orale?

A:

Sì, bisogna superare la prova scritta per poter accedere alla prova orale.

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

È obbligatorio acquistare il libro di testo Buscha Anne, Szilvia Szita (2011), Begegnungen, Sprachniveau B1+, Leipzig: Schubert-Verlag?
A:

Sì, è obbligatorio acquistare questo libro perché il modulo del corso di lingua e traduzione tedesco 2 fa riferimento a questo libro: tanti esercizi che si trovano sul libro non sono riportati sulle slide.

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

È obbligatorio acquistare il libro Di Meola Claudio (2007), La Linguistica Tedesca. Un’introduzione con esercizi e bibliografia ragionata, Roma: Bulzoni Editore?
A:

No, non è obbligatorio, ma assolutamente consigliabile poiché il modulo di linguistica applicata del corso è tenuto interamente in lingua tedesca, mentre nel libro di C. Di Meola vengono trattati gli stessi argomenti in lingua italiana, aiutando così a una maggiore comprensione delle tematiche di linguistica.

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

Tutte le spiegazioni grammaticali del corso sono in lingua tedesca. Ho dei problemi di comprensione.
A:

Nel corso non viene utilizzato il metodo didattico di traduzione, nel quale le riflessioni metalinguistiche vengono fatte in italiano, bensì si segue un metodo immersivo che prevede l’uso della lingua tedesca anche per le spiegazioni delle regole e degli esercizi. Questo permette che si imparino non solo le strutture grammaticali e il lessico delle singole lezioni, ma anche i termini metalinguistici. Nel caso che il problema persista è consigliabile l’acquisto della grammatica Dies und Das, Casa editrice Cideb, nella quale le spiegazioni delle regole grammaticali sono tenute in lingua italiana. 

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

Durante il corso si impara a scrivere, ascoltare e leggere testi in lingua tedesca, incontro però dei grossi problemi nella lingua parlata.
A:

Ogni mese vengono proposti in tutte le sedi dei seminari volti proprio all’esercizio della lingua parlata. È consigliabile iscriversi al seminario nella sessione precedente a quella in cui ci si vuole presentare all’esame.

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

Quali sono le tematiche trattate durante seminari?

A:

Nei seminari si leggono e si elaborano dei testi che trattano argomenti inerenti alla cultura tedesca (tematiche storiche o geografiche, tematiche di attualità, nuovi sviluppi nella società etc.).

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

In che cosa consiste l’esame?
A:

L’esame consiste in una prova scritta e una orale. La prova scritta dura 1 ora, la prova orale circa 15 minuti.

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

In che cosa consiste la prova scritta?
A:

La prova scritta consiste in 10 domande aperte di linguistica, in una breve prova grammaticale e nella lettura di un testo con delle domande. Per ogni parte della prova si ottengono al massimo 10 punti. (Su richiesta viene spedita una prova di esame via mail.)

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

Qual è il punteggio minimo per superare la prova scritta?
A:

Il punteggio minimo è 18 punti.

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

In che cosa consiste la prova orale?
A:

Lo studente prima della prova riceve un testo da leggere sul quale prepararsi oralmente (tempo di preparazione 15 minuti). Successivamente dovrà presentare e discutere il suo contenuto. (A richiesta viene spedita una prova di esame via mail.)

Q: Lingua e Traduzione Tedesca 2

Bisogna superare la prova scritta per poter accedere alla prova orale?
A: Si. Bisogna superare la prova scritta per poter accedere alla prova orale.
Q: Comunicazione interculturale

Durante il corso vengono letti due libri. Bisogna acquistarli o si trovano i riassunti sulle slide?
A:

Sì, è obbligatorio acquistare questi due libri. Il corso, infatti, consiste nella lettura guidata di questi due testi di base della comunicazione interculturale.

Q: Comunicazione interculturale

?Nella bibliografia si trovano altri libri (in lingua inglese e tedesca) sulla comunicazione interculturale? Li devo leggere e studiare?
A:

Sì, ci sono ma non è necessario leggerli e studiarli. Questi libri servono solamente per fare  eventuali approfondimenti sull’argomento.

Q: Comunicazione interculturale

Esistono altre introduzioni in lingua italiana che trattano della comunicazione interculturale?
A:

Purtroppo non esistono tanti libri sulla comunicazione interculturale come in lingua inglese o lingua tedesca. I libri di base più importanti disponibili in lingua italiana sono i due libri scelti per il corso. 

Q: Comunicazione interculturale

A che cosa servono le riflessioni?
A:

 

Nelle riflessioni si devono applicare i modelli interculturali presentati nei testi a situazioni concrete, possibilmente vissute personalmente in maniera che i concetti teorici abbiano una ricaduta immediata sull’esperienza dello studente.  

Q: Comunicazione interculturale

E’ obbligatorio fare tutte le riflessioni?
A:

Sì, è obbligatorio  fare TUTTE le riflessioni. 

Q: Comunicazione interculturale

A chi bisogna mandare le riflessioni?
A:

Le riflessioni devono essere caricate su e-portfoglio o mandate alla docente del corso almeno DUE settimane prima della data prevista per l’esame.

Q: Comunicazione interculturale

In che cosa consiste l’esame?
A:

L’esame consiste in una prova orale della durata di ca. 15 minuti.

Q: Comunicazione interculturale

In che cosa consiste la prova orale?
A:

Lo studente sarà chiamato ad argomentare oralmente gli elaborati effettuati, a presentare i concetti teorici applicati e ad analizzare facendo esempi concreti.

Q: Comunicazione interculturale

Quali sono i criteri applicati nella prova orale?

 

A:

I criteri sono: correttezza nell’esposizione dei concetti e modelli interculturali, nell’applicazione della teoria a situazioni concrete e nell’analisi della loro difficoltà interculturale.   

Q: Comunicazione interculturale

Quanti CFU si ricevono per il laboratorio?
A:

I CFU conseguiti grazie all’idoneità riconosciuta nei Laboratori (2CFU) possono supplire i crediti formativi riservati alle attività di tirocinio previste nei piani di studio.